Salerno, una serata suggestiva

Suggestiva presentazionedi Io ho visto, la sera di venerdì 31 maggio, al Museo dello Sbarco di Salerno, in via generale Clark.

Tra i pannelli che ricostruiscono lo sbarco e cimeli dell’epoca, comprese divise di reparti tedeschi poi coinvolti nelle stragi del 1944, un’associazione di appassionati collezionisti di armi ha presentato al pubblico alcuni dei fucili e delle pistole utilizzate dalle truppe tedesche durante l’occupazione italiana. E tre attori hanno letto brani del libro: dal racconto di Lauretta alla parte della testimonianza di Francesco nella quale descrive il suo percorso verso il perdono.

Ha condotto la serata Eduardo Scotti, giornalista e segretario del Museo.

Al tavolo, insieme all’autore, lo storico Guido D’Agostino, Tonia Cartolano (Sky tg24), Mirella Armiero (Corriere del Mezzogiorno), di Gigi Di Fiore (il Mattino), Angelo Di Marino Città di Salerno.

Qui il servizio pubblicato dalla Città di Salerno

da sinistra: Guido D'Agostino, Pier Vittorio Buffa, Tonia Cartolano, Mirella Armiero, Gigi Di Fiore, Angelo Di Marinoda sinistra: Guido D'Agostino, Pier Vittorio Buffa, Tonia Cartolano, Mirella Armiero, Gigi Di Fiore, Angelo Di Marino Pier Vittorio Buffa, Tonia Cartolano, Mirella Armiero, Gigi Di FioreAndrea Carraro e Mimma Virtuoso che, insieme a Amelia Imparato hanno letto alcune pagine di Io ho vistoD'Agostino e BuffaPier Vittorio BuffaLe armi portate dal Shooting Range Poligono di Tiro di Giffoni Valle PianaScorcio del museoLa sala durante la presentazione. In piedi, accanto al tavolo, Eduardo Scotti

Be Sociable, Share!
This entry was posted in News.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*