PER APPROFONDIRE

In questa pagina

  • La mappa delle stragi raccontate in Io ho visto. Per ogni luogo la data dell’eccidio con foto e nome dei testimoni che ricordano quei giorni nel libro.
  • Una piccola guida al materiale che si può trovare in rete per saperne di più.

 

La guerra alla popolazione civile in rete

La rete offre moltissimo materiale a chi voglia approfondire la dolorosa storia della guerra ai civili condotta dai nazifascisti tra il 1943 e il 1945 lungo tutto lo stivale. Qui qualche indicazione e qualche link senza alcuna pretesa di completezza. Solo un aiuto per iniziare a cercare.

Innanzitutto si può scaricare il Rapporto della Commissione italo-tedesca del luglio 2012.

Poi:
La raccolta dei link sul sito dell’Anpi

Il Portale della Rete degli Istituti per la storia della resistenza in Italia

La banca dati delle ultime lettere di condannati a morte e di deportati della resistenza italiana

La raccolta delle sentenze dei processi per crimini di guerra del sito del Ministero della Difesa

La memoria della resistenza e dell’occupazione nella provincia di Arezzo

Resistenza toscana: il sito ufficiale della Federazione Regionale Toscana delle Associazioni Antifasciste e della Resistenza

Il sito Crimini di guerra

Archivi della Resistenza (storie dalla Linea Gotica)

Un sito sulla Linea Gotica

Sulla maggior parte delle singole stragi di cui si parla Wikipedia offre delle panoramiche:

Castiglione in Sicilia (12 agosto 1943)
Pietransieri (21 novembre 1943)
Monchio (18 marzo 1944)
Cervarolo (20 marzo 1944) – Qui Wiki dedica una voce al film sulla vicenda Il violino di Cervarolo
Bettola (24 giugno 1944)
Civitella in Val di Chiana (29 giugno 1944)
San Pancrazio (29 giugno 1944)
Cavriglia (4 luglio 1944)
Sant’Anna di Stazzema (12 agosto 1944)
Borgo Ticino (14 agosto 1944)
Padule di Fucecchio (23 agosto 1944)
Vinca (24 agosto 1944)
Monte Sole-Marzabotto (29 settembre 1944)
Pedescala (30 aprile 1945)

Be Sociable, Share!