Monthly Archives: ottobre 2013

Quattro giorni in Sicilia, giorno della memoria per Castiglione

Palermo. Da sinistra: Terranova, Ortoleva e BuffaPiazza Armerina. Arturo GiuntaPiazza ArmerinaPiazza Armerina. Il saluto del sindacoPiazza Armerina. Nicoletta Urso legge alcune pagine di Io ho vistoPiazza Armerina. Stefania La VaccaraCatania.Santina Sconza, Marina Cosentino, Turi Caggegi, Buffa ed Enzo BiancoCatania. L'intervento del sindaco BiancoCatania. Buffa e BiancoCatania. Marina CosentinoCatania.L'intervento dello storico MangiameliCatania. Caggegi, Buffa e BiancoCastiglione di Sicilia. Dalla salaCastiglione di Sicilia.L'intervento del vice sindaco StagnittiCastiglione di Sicilia. Felciia Ferlito legge la testimonianza dello zio NinoCastiglione di Sicilia. Mario Orsini, alla sua destra Turi Caggegi

La testimonianza di Antonino Ferlito è stata al centro della quattro giorni siciliana di Io ho visto. Il padre di Ferlito, Giuseppe, venne ucciso da un soldato tedesco il 12 agosto 1943, nel corso della prima strage raccontata in Io ho visto. Quella di Castiglione di Sicilia, avvenuta il 12 agosto 1943, quando ancora tedeschi e italiani erano alleati, e che provocò la morte di 16 persone.

La giornata clou è stata proprio a Castiglione, domenica 27 ottobre. Nel castello che domina il paese, sulle falde dell’Etna, una nipote di Antonino, Felicia Ferlito, ha letto davanti a un pubblico attento e commosso, il racconto dello zio. Ne è poi seguito un serrato dibattito che ha avuto come perno la ricostruzione della strage fatta da Mario Orsini. Orsini ha consultato un’enorme quantità di materiale, compresi i documenti conservati nell’immenso archivio tedesco di Friburgo. Nell’aprire l’evento il vice sindaco di Castiglione, Concetto Stagnitti, ha annunciato che è intenzione della giunta comunale istituzionalizzare il ricordo della strage e fare del 12 agosto il “giorno della memoria” di Castiglione.

Il giorno prima, a Catania, alla libreria Voltapagina, era stato il sindaco della città, Enzo Bianco a presentare Io ho visto. Bianco ha ricordato i giorni del luglio 1943 quando la guerra arrivò in Sicilia e ha sottolineato l’importanza di un lavoro, come Io ho visto, che di quei periodi terribile fissa la memoria. Marina Cosentino ha letto alcuni brani del libro e lo storico Rosario Mangiameli ha inquadrato le vicende di quegli anni. Tutti e due gli eventi del catanese sono stati moderati da Turi Caggegi. Caggegi, giornalista di lungo corso, si è più volte occupato della strage di Castiglione e a lui ha fatto riferimento Buffa per ricostruire la strage e individuare e rintracciare Antonino Ferlito.

Qui sotto un tweet della giornalista Rosa Maria Di Natale che, insieme a Caggegi, ha seguito e promosso l’evento.

 

Qui il video realizzato da Repubblica in occasione della presentazione di Catania

La quattro giorni era iniziata a Palermo il 24 ottobre con un evento organizzato dall’Anpi nella ex libreria Garibaldi moderato dal giornalista Antonio Ortoleva e durante il quale sono intervenuti il presidente dell’Anpi palermitana OttavioTerranova e Angelo Ficarra.

A Piazza Armerina, il 25, è stata l’Anpi di Enna guidata da Arturo Giunta,  a organizzare la presentazione di Io ho visto. Dopo il saluto del sindaco Filippo Miroddi, Stefania La Vaccara ha condotto la serata seguendo una precisa regia introducendo via via le letture eseguite con grande bravura da Nicoletta Urso. Molti gli interventi, tra cui quelli di Gaspare Di Stefano e dello storico Salvatore Lo Re, che hanno animato un lungo e interessante dibattito.

Il video girato a Piazza Armerina

Posted in News

Quattro tappe in Sicilia

Una settimana siciliana per Io ho visto.

Dal 24 al 27 ottobre verrà presentato, nell’ordine, a Palermo, Piazza Armerina, Catania, Castiglione di Sicilia. E’ di questa ultima località Antonino Ferlito, sopravvissuto alla strage compiuta sulle pendici dell’Etna, a Castiglione, dai tedeschi proprio a Castiglione, il 12 agosto 1943, i tedeschi uccisero 16 persone. Italia e Germania erano ancora alleate e stavano combattendo insieme contro gli alleati da poco sbarcati in Sicilia.

Qui di seguito gli inviti alle quattro presentazioni a cui parteciperanno anche Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, ed Enzo Bianco, sindaco di Catania

 

IoHoVisto_Palermo

Io ho visto_Piazza Armerinaù

IoHoVisto_Catania

IoHoVisto_Castiglione

 

Posted in Appuntamenti

Marzabotto, emozione nella sala del consiglio comunale

Forti emozioni sabato mattina, 12 ottobre, nella sala del consiglio comunale di Marzabotto. Il sindaco Romano Franchi e Gianluca Luccarini, presidente dell’associazione familiari vittime della strage del 1944, hanno presentato Io ho visto. Accanto a loro e a PierVittorio Buffa l’attrice Pamela Villoresi che ha regalato momenti di grande commozione.  Ha recitato all’ombra della medaglia d’oro conferita al Comune e conservata nella bacheca della sala. Ha dato voce a Cornelia Paselli, scampata alla morte nel cimitero di Casaglia, il 29 settembre. A  Cesira Pardini sopravvissuta all’eccidio di Sant’Anna di Stazzema. A Maddalena Gazzetta e Alessandro Griggio che erano a Borgo Ticino il giorno della strage del 13 agosto.

“Giornate come questa sono molto importanti”, ha detto il sindaco, “perché danno forza alla memoria e avvicinano i giovani alla loro storia. Creeremo altri eventi come questo, coinvolgendo sempre di più i giovani e le scuole”.

La mattinata si è conclusa con le parole e la musica di Sussidiario di un vecchio bambino, la canzone scritta ed eseguita da Luca Bussoletti.

Le foto gentilmente concesse da Bruno Zebri

.

Un momento della presentazione. Alle spalle del banco il gonfalone con la medaglia d'oroPamela VilloresiPamela VilloresiBuffa, Luccarini e il sindaco Romano FranchiGianluca LuccariniRomano FranchiPaola Medri e Luccarini

Posted in News

In cinquecento al Toniolo per Io ho visto

Mestre

Platea del teatro Toniolo di Mestre piena di studenti per  la presentazione di Io ho visto.

Sul palco, insieme all’autore, il vicedirettore dei giornali veneti dell’Espresso Antonello Francica e una straordinaria Pamela Villoresi che ha dato la sua voce ai protagonisti del libro.

In sala cinquecento studenti delle scuole superiori veneziane che hanno seguito con grande interesse intervenendo direttamente con moltissime domande, sia a Buffa che alla Villoresi.

L’evento, organizzato nell’ambito di Mestreincentro, è stato voluto soprattutto dal vice sindaco Sandro Simionato che ha portato il saluto suo personale e dell’amministrazione comunale di Venezia.

La mattinata si è chiusa sulle note della canzone di Luca Bussoletti Sussidiario di un vecchio bambino.

La cronaca della Nuova Venezia

Le foto

Il video

 

La Nuova Venezia

Posted in News

Venezia e Marzabotto, prossime tappe per Io ho visto

Due importanti appuntamenti per Io ho visto.

Giovedì 10 ottobre il Comune di Venezia ha organizzato una presentazione del libro dedicata soprattutto alle scuole. L’appuntamento è alle 11, al teatro Toniolo di Mestre. Protagonista, sul palco, Pamela Villoresi che reciterà alcune pagine del libro. Delle testimonianze e delle storie raccontate in Io ho visto discuteranno poi con gli studenti Antonello Francica (vice direttore dei quattro quotidiani veneti del gruppo Espresso), il vice sindaco di Venezia Sandro Simionato e l’autore.

Dopo due giorni, sabato 12, l’appuntamento è invece, sempre alle 10, nella sala del consiglio del Comune vittima della più grande strage compiuta in Italia dai nazifascisti, Marzabotto. Pamela Villoresi darà la sua voce ai protagonisti del libro scampati all’eccidio. L’evento è stato organizzato nell’ambito delle celebrazioni per il 69° anniversario della strage di Marzabotto-Monte Sole.

La Nuova Venezia

Posted in Appuntamenti, News